I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra cookie policy.

JM Beauty Center - шаблон joomla Скрипты

Il progetto di qualificazione "Centro Culturale Monachelli di Bolognetta" è finalizzato a promuovere l'utilizzo degli spazi all'interno di un bene culturale storico sequestrato dalla mafia, quale il Palazzo Monachelli nel paese di Bolognetta, da parte delle nuove generazioni. Il progetto si pone come obiettivo, l'attenzione all'incontro relazionale e all'integrazione di giovani artisti siciliani uniti in un'esperienza professionale e formativa rivolta in particolare all'offerta culturale in luogo, attraverso percorsi di formazione esperienziale che, con la creazione del Centro Culturale, contribuiscano alla promozione degli stessi nel mondo dell'offerta turistico/culturale.

L'associazione I Solisti di Operalaboratorio, in quanto specialisti nell'apprendistato teatrale della musica classica, si unisce con un suo partner, l'Associazione Immagininaria Ragazzi che si occupa nel sociale del recupero di minori a rischio e disagiati per apportare una particolare attenzione e sensibilità a queste realtà sul territorio mentre l'Associazione "Guardare Avanti", la quale si occupa di volontariato, porta la conoscenza del luogo ed in particolare delle famiglie in luogo che appartengono alle categorie target quali disagiate, a rischio e diversamente abili. Il Comune di Bolognetta, mette a disposizione spazio all'interno del bene demaniale sequestrato alla mafia per permettere la realizzazione del progetto.

Il progetto Centro Culturale Monachelli di Bolognetta ideato e scritto da Elizabeth Smith insieme a Gessica Genco, Massimiliano Pipi e Gioacchino "Marco" Sorrentino, propone una qualificazione finalizzata a promuovere l'utilizzo di un bene culturale sequestrato alla mafia, quale il Palazzo Monachelli, da parte delle nuove generazioni. Il progetto si pone come obiettivo l'attenzione all'incontro relazionale e all'integrazione di giovani artisti siciliani uniti con i giovani di Bolognetta, piccolo comune nella provincia di Palermo, in un'esperienza professionale e formativa rivolta in particolare alla specializzazione professionale nell'offerta culturale/turistica, attraverso percorsi di formazione esperienziale che, con la creazione del Centro Culturale, contribuiscano alla promozione degli stessi nel mondo lavorativo.

Il percorso formativo proposto intende offrire la possibilità ai giovani di avvicinare la cultura nel proprio paese formandosi senza i costi economici legati a grandi spostamenti, e promuovendo i beni del proprio territorio rafforzando un senso di appartenenza al proprio paese. Il Comune di Bolognetta, sensibile alle poche offerte per i giovani del paese, contribuisce nell'offrire alla nuova generazione delle attività in luogo, attraverso un bene sequestrato dalla mafia, legate al patrimonio nazionale culturale e legato al concetto di legalità a beneficio della collettività. Con il reperimento dei fondi necessari per la ristrutturazione del bene da parte del Comune, il Palazzo diventa un bellissimo contenitore pronto per essere riempito di cultura e di giovani. L'idea è di rendere protagonista il giovane nell'ambito dell'offerta culturale e della gestione del bene culturale per le attività culturali, creando un'immediata identificazione fra giovani, la cultura ed il Palazzo Monachelli......contribuendo a dare al monumento una nuova vita.

Il progetto, presentato nell'ambito del Avviso pubblico "Giovani per la valorizzazione dei beni culturali" emesso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Ufficio per le politiche giovanili, è stato giudicato idoneo e finanziabile.

"Centro Culturale Monachelli di Bolognetta"

Finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” da

Logo DipGiov SCN